Albicocche (disidratate) e carote crude, come fare il pieno di Vitamina A

Definita come ‘la vitamina degli occhi’, la vitamina A ha il compito di formare le rodopsine contenute all’interno della retina che servono a convertire i segnali luminosi in segnali elettrici che possono poi essere inviati e interpretati dal cervello.

Per adempiere al loro lavoro, le rodopsine hanno un costante bisogno di essere rifocillate da immissioni di vitamina A nel nostro organismo, essendo sottoposte a costante sforzo ed usura. In caso contrario le prime cellule  a risentirne sono i bastoncelli a cui viene affidato il compito di migliorare e facilitare il passaggio ad una visione crepuscolare e notturna. Questo è un ottimo segnale da tenere in considerazione. Quando facciamo fatica a passare ad una visione scarsa di luce ( ad esempio quando si entra in galleria) possiamo imputare tale difficoltà ad una mancanza di vitamina A e quindi sarebbe utile favorire alimenti ricchi di tali proprietà. Dove la troviamo? Tra gli alimenti vegetali una maggiore concentrazione di vitamina A la troviamo nelle albicocche (disidratate), nelle carote (crude), nel prezzemolo, nel basilico, nel peperoncino e via scemando.

Utile ricordare che la vitamina A è una molecola liposolubile, quindi per essere assorbita bene ha bisogno di dissolversi nei grassi. Meglio sgranocchiare una carota cruda subito prima o durante i pasti.

Scopri quali alimenti garantiscono un apporto maggiore di Vitamina A, consulta la nostra Tabella nutrizionale Vitamina A

 

Potrebbe interessarti anche:

Vitamine e salute degli occhi (Vitamina A) a cura di Ottica Scauzillo

Buccia di mirtilli per rifornirci di antocianine

La vista dei prati migliora.. la vista!

5 thoughts on “Albicocche (disidratate) e carote crude, come fare il pieno di Vitamina A

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *